Milano-Sanremo: rombo d’altri tempi

In gara 170 equipaggi con auto che hanno fatto la storia. Tra le Alfa anche la Disco Volante e la Duetto

Al traguardo la quinta rievocazione della celebre Coppa Milano-Sanremo, che comprende anche il terzo Trofeo Alfa Romeo, riservato ai modelli della casa automobilistica.
Promossa e patrocinata dall’Automobile Club milanese, la manifestazione coinvolge 170 equipaggi provenienti da 15 paesi. Le vere protagoniste, le auto, appartengono agli anni delle edizioni storiche della Coppa, dal 1906 al 1973.
Alfa Romeo, title sponsor dell’evento, partecipa con vetture di grande fascino come la Disco Volante Spider del 1952, immagine simbolo di questa edizione. Al fianco delle più belle auto d’epoca scoperte, che per l’occasione hanno lasciato le sale del museo di Arese, sfilano anche cinque nuove Alfa Spider, condotte da altrettanti prestigiosi equipaggi composti da personaggi del cinema, come Alessandro Haber e Rocco Papaleo, dello sport, con Jury Chechi e Maurizia Cacciatori, e della moda, con le modelle Camilla Sjoberg e Natalia Dolgova. A Irene Grandi, invece, l’onore guidare la Duetto Osso di Seppia del ’66, diventata oggetto di culto grazie al «Laureato» di Dustin Hoffman.
La corsa è partita ieri mattina da piazza Duomo in direzione Rapallo. Oggi il grande finale: le auto faranno una sosta a Genova e poi raggiungeranno nel pomeriggio Sanremo, dopo le ultime prove cronometrate sul lungomare di Albenga.
Una manifestazione divertente e spettacolare con un occhio di riguardo alla benificenza, in collaborazione con un distretto milanese del Lions Club International, rappresentato dal noto colonnello Giuliacci. La vendita dei capi di abbigliamento dedicati alla competizione servirà, infatti, anche a raccogliere fondi per prevenire la cecità nei paesi del terzo e quarto mondo.