Milano sarà ricoperta di neve: le polveri dovrebbero crollare

L’esperto: «Previsti 15-20 centimetri» Da ieri il Comune è in preallarme

Gli esperti lo danno per certo: oggi e domani sulla città cadrà la neve. «Avremo almeno 24-36 ore con il rischio di nevicate - racconta Rino Cutuli al centro Epson meteo -. Il cielo inizierà a coprirsi nella tarda mattinata di oggi e nel pomeriggio-sera vedremo i primi fiocchi. Quanta neve scenderà? Difficile dirlo con esattezza - continua l’esperto -. Potrebbe cadere fino a domani notte. In terra, alla fine, potrebbero scenderne anche 15-20 centimetri. E sarà “asciutta”, i fiocchi avranno poca umidità».
Il Comune, per questo, ha fatto scattare il «preallarme neve»: 330 automezzi e 693 uomini sono pronti a intervenire per «ripulire e spargere il sale lungo le strade e in prossimità di scuole ed edifici pubblici» spiega il vicesindaco, Riccardo De Corato. Pulire i marciapiedi è invece compito dei portieri degli stabili, in base a un regolamento del Comune.
La neve, assicurano gli esperti, avrà un effetto benefico sull’aria. «Questa volta sì, i valori dello smog dovrebbero precipitare», spiega il meteorologo. Martedì in tutta la provincia il Pm10 è stato oltre la soglia di attenzione. I valori, in città, sono scesi leggermente, fermandosi a quota 57 microgrammi al metro cubo in via Juvara e 59 al Verziere. Dall’inizio dell’anno la soglia di attenzione (50 microgrammi) è stata superata per 23 volte su 24. Rispetto a domenica, però, le concentrazioni delle polveri sottili si sono dimezzate.
Con l’inquinamento è diminuita anche la temperatura. La minima misurata dalla stazione meteo di Linate è stata ieri di sei gradi sotto lo zero, due in meno di martedì. Si deve anche a questo se, nelle prossime ore, scenderà la neve.
«Le correnti più temperate e umide in arrivo sulla Lombardia troveranno un cuscinetto di aria molto fredda - spiega Cutuli -. In questi casi è più facile che la perturbazione porti la neve. Oggi e domani il termometro oscillerà intorno a quota zero per gran parte della giornata».
La situazione inizierà migliorare da sabato, «quando avremo cielo molto coperto, ma senza il rischio che cadano altri fiocchi - conclude il meteorologo -. Lo stesso succederà domenica. E il termometro inizierà la risalita».