A Milano, «Spaces in action» di Alan Johnston

La mostra dell'artista scozzese da domani al 23 dicembre a Milano presso la galleria "Fabbri Contemporary Art" di via Stoppani, 15/C

Si terrà domani presso la Fabbri Contemporary Art di Milano la prima mostra personale in Italia dell'artista scozzese Alan Johnston. Un debutto, il suo, frutto dello stretto rapporto professionale tra l'artista e la gallerista Renata Fabbri.
Nato a Edimburgo nel 1945, Johnston è noto a livello internazionale e riconosciuto come uno degli artisti più interessanti della sua generazione. La sua prima esposizione personale risale al 1973, a Düsseldorf, nei prestigiosi locali della Galerie Conrad Fischer. Da allora sono state numerose le partecipazioni a mostre collettive in tutto il mondo nonché le personali. Nel 1997 il suo lavoro, in bilico tra minimalismo assoluto, contaminazione dello spazio e riflessione sull'architettura e sulle strutture che la reggono, è stato proposto al Whitney Museum di New York; nel 2000 è arrivata la consacrazione a livello di pubblico e critica in occasione di "Intelligence. New British Art" alla Tate Gallery di Londra.
Nelle quattro sale della Fabbri Contemporay Art, Alan Johnston interverrà come è solito fare evidenziando e rilevando gli spazi, senza mai modificarli in modo irreversibile o deformarli, realizzando degli interventi a parete tesi a relazionarsi con la struttura e l'ossatura della galleria, desideroso come è di attivare gli spazi in cui si trova ad operare, esaltandoli, evidenziandoli, come volesse sottolinearne le regole e le segrete armature.
Informazioni:
FABBRI Contemporary Art - Via Stoppani, 15/C - Milano
Periodo espositivo: 10 novembre - 23 dicembre 2011
Curatore: Federico Sardella
Inaugurazione: giovedi 10 novembre ore 18.30
info@fabbricontemporaryart.it
+39 02 91477463