«Milano sporca? Mica vero ripuliti muri e marciapiedi»

L’assessore Cadeo risponde agli appunti del sindaco: «Non è mai stato fatto così tanto»

Sono tutti schierati gli assessori per presentare il bilancio di questo primo anno di lavoro. Non servono tanti giri di parole, sul piatto della bilancia le promesse fatte e quelle mantenute. Nel giorno del compleanno dell’amministrazione Moratti, però, non mancano le critiche, che arrivano dal sindaco in persona. Cosa non ha funzionato in questo primo anno? «La questione dei nomadi e la pulizia della città» risponde. Colpo basso che Maurizio Cadeo, assessore all’Arredo Urbano, respinge: «Questo è un paradosso, certo si può sempre fare meglio, ma mai come quest’anno il Comune si è impegnato per la pulizia della città: la campagna “I lav Milan“ ha visto, per la prima volta, la pulizia dai graffiti di 6mila stabili a spese delle casse pubbliche. Abbiamo anche permesso già a un terzo dei milanesi di non spostare più la macchina per il lavaggio della strada. Solo nel 2007, inoltre, abbiamo pulito 700 km in più di marciapiedi».
«Milano bella da vivere», il motto dell’era Moratti, così bella da essere la seconda città più visitata d’Italia, dopo Roma: l’assessore al Turismo Orsatti sta sperimentando, anche in vista dell’Expo, la tourist card, per girare a prezzi scontati, all’attivo anche il sito sul turismo. A proposito di estate e turisti l’assessore alla Cultura Sgarbi ha presentato la «Bella estate», il programma di mostre che animeranno la città fino a settembre, quando comincerà la grande stagione della musica con il MiTo. E la musica è protagonista dei grandi eventi organizzati da Giovanni Terzi, titolare di Sport e Tempo libero, che ha anche il merito della messa in sicurezza del Meazza e della nuova pista di atletica dell’Arena, pronta a fine mese.
Per quanto riguarda i trasporti, l’assessore alla Mobilità Croci ha siglato un accordo con i taxisti che migliora il servizio. Non solo, il traffico privato verrà scoraggiato dalla costruzione delle linee 4 e 5 del metrò, 40 corsie riservate ai mezzi pubblici, 50 km di piste ciclabili. A proposito di biciclette il collega all’urbanistica Masseroli sta lavorando ai raggi verdi: 8 percorsi ciclabili dal centro ai parchi extraurbani. Fondamentale il nuovo piano di governo del territorio, che sostituirà il piano regolatore dell’80.
Lotta all’inquinamento vuol dire anche tutela della salute: Carla de Albertis vanta un primato con Tiziana Maiolo, titolare del Commercio: Milano per prima ha istituito il tavolo «Salute e moda», che vede istituzioni e maison unite nella lotta all’anoressia. Unico in Italia il protocollo che l’assessore al Lavoro Mascaretti ha siglato con i sindacati per connettere domanda e offerta di lavoro, spicca per l’Innovazione il progetto di Rossi Bernardi per una rete wi-fi.
Ha pensato alle famiglie Mariolina Moioli, collega alle Politiche sociali, con il bonus bebè, 500 euro al mese per le mamme che usufruiscono del congedo parentale, e il buono libro da 200 euro per l’acquisto di testi per il primo anno di scuole medie. Rivoluzionati anche i Lavori Pubblici, con l’ambizioso progetto, firmato da Bruno Simini, di coordinamento dei cantieri, pubblici e privati, grazie anche alla nuova regia per i sottoservizi, per ridurre al minimo i disagi dei cittadini. Il piano straordinario per la casa di Gianni Verga prevede 12mila nuovi alloggi. In zona 8 prenderà vita la scuola di musical comunale voluta da Ombretta Colli, assessore alle Aree cittadine, mentre Stefano Pillitteri, collega ai Servizi, ha aperto sportelli in ogni zona e prolungato l’orario della sede di via Larga alle 19,30.