Milano, vigile ucciso col SuvFermato uno dei due killer:il nomade era in Ungheria

Arrestato in Ungheria uno dei due nomadi che hanno travolto e ucciso giovedì sera Niccolò Savarino. <a href="/interni/prendere_killer_priorita_paese/15-01-2012/articolo-id=566990-page=0-comments=1" target="_blank"><strong>Prendere i killer, priorità per il Paese</strong></a>

Svolta nelle indagini sulla morte di Niccolò Savarino, il vigile travolto da un Suv giovedì sera a Milano. Uno dei due nomadi sospettati, infatti, è stato arrestato in Ungheria, al confine con la Serbia, da dove voleva fuggire in Sudamerica. Già dai primi momenti si temeva che i due, dopo aver girato indisturbati nel capoluogo lombardo, sarebbero fuggiti all'estero eludendo le prime ricerche.

L'uomo fermato stamattina, Goico Jovanovic, sarebbe quello che guidava la vettura. Il 24enne è di origine slava con passaporto tedesco, noto per avere svariate identità false, tanto che al momento si stanno ancora sviluppando accertamenti per risalire ai suoi veri dati anagrafici.

In macchina con lui ci sarebbe stato anche un italiano di 25 anni, complice di Jovanovic da sempre. I due sono "professionisti della truffa" e in passato avrebbero messo a segno anche colpi ingenti. La polizia, però, specifica che non ci sono al momento altri ricercati: "Andranno ancora svolte indagini perchè, dal punto di vista probatorio, la vicenda ha contorni ancora da chiarire, ma in questo momento gli elementi raccolti consentono di dichiarare che fosse lui"