Milano vince la gara per ospitare un mega convegno sanitario

L'appuntamento dedicato alla risonanza magnetica, uno dei più importanti del settore, si svolgerà nel 2014

Milano ha vinto la competizione tra 16 città europee per ospitare dal 10 al 16 maggio 2014 il prestigioso convegno annuale della Società Internazionale di Risonanza Magnetica in Medicina (ISMRM). Gli oltre 6000 partecipanti provengono da tutte le parti del mondo, incluso l'Estremo Oriente, l'Oceania e le Americhe. Il congresso torna in Europa ogni 4 anni. Nel 2011 il meeting dell'ISMRM sarà a Montreal e nel 2012 a Melbourne. Milano con il suo "Milano Convention Centre" (il più ampio d'Italia) è capitale del turismo congressuale, che nel capoluogo lombardo rappresenta il 70% del settore e che è valso anche un premio il "Bit Tourism Award".
L'ISMRM è il più importante convegno mondiale del settore che annualmente riunisce in una delle più belle città del mondo i più grandi esperti di imaging biomedicale. È un evento di bio-imaging che interessa medici, scienziati, ingegneri, computer scientists, operatori sanitari tecnici ed espositori delle maggiori ditte mondiali del settore.
«Ne sono lieta e orgogliosa come sindaco - ha detto Letizia Moratti - e auguro un lavoro proficuo al servizio della ricerca scientifica e al servizio della persona. Numerose organizzazioni scientifiche internazionali di prestigio mondiale scelgono la nostra città per le loro convention. Non è un caso. La ricerca è fatta di idee ma anche di strutture e di organizzazioni. Anche questo è un modo per favorire la ricerca e lo sviluppo di un sistema scientifico competitivo».
Il convegno sarà uno degli appuntamenti più significativi che anticiperà l'Esposizione Universale 2015. «La scelta di Milano per il 2014, appena un anno prima dell'Expo - ha detto Alberto Bizzi, neuroradiologo della Fondazione Istituto Neurologico Carlo Besta di Milano e Presidente dell'Italian Chapter dell'ISMRM - sarà una formidabile vetrina per mostrare al mondo le tante eccellenze italiane in materia di diagnostica clinica e di ricerca scientifica con la risonanza magnetica, e un'importante occasione di confronto e crescita per l'intera comunità scientifica italiana».