65enne raggirato con il trucco dello specchietto

I carabinieri di Giussano ieri hanno arrestato per truffa un nomade 28enne con precedenti penali. Alla centrale operativa della Compagnia di Seregno è arrivata la chiamata di un 65enne che, confusamente, diceva di dover consegnare 2mila euro a un giovane, come risarcimento per un incidente stradale. I carabinieri hanno subito sospettato che potesse trattarsi di un raggiro e hanno poi scoperto che l'anziano era stato invitato dall'automobilista che lo seguiva ad accostare su una strada di periferia. Il giovane lo aveva accusato di avergli urtato lo specchietto retrovisore e per il risarcimento pretendeva 2mila euro. La vittima, ricordando i consigli anti truffa forniti dalle forze dell'ordine, una volta a casa per prendere il denaro ha chiamato il 112. I militari hanno quindi organizzato la consegna controllata sotto casa e hanno fermato il truffatore.