Attenzione ai «pirati» delle due ruote

Egregio assessore alla Viabilità Pier Francesco Maran, le scrivo in quanto ritengo utile farle presente che a Milano, visto l'input che ha dato in varie occasioni, tantissime persone usano spostarsi in bicicletta, e non tutti ci sanno andare: usano i marciapiedi come piste ciclabili, spesso tengono una velocità alta e chi esce di casa, o gli anziani, hanno subito incidenti a causa di questi comportamenti altamente scorretti, e poi il ciclista spesso se ne va senza lasciare nessun dato.

Oltre a insistere con i milanesi affinché si comportino in maniera civile, le biciclette dovrebbero tutte essere targate e dovrebbe essere targate e dovrebbe essere assicurato o il mezzo con polizza tipo quella dei ciclomotori oppure con polizza di responsabilità civile della famiglia e i ciclisti devono essere obbligati a comunicarlo lì sul posto alle persone travolte dalle loro biciclette e alla Polizia municipale (sappia che se un agente della Polizia locale di Milano chiede al ciclista se ha la polizza, questi risponde sempre no).

Lettera firmata