Abbiamo nel Dna il gusto di vincere

Si vive meglio se si è in testa Ecco perché essere juventini anche sotto la Madonnina

di Enrico LagattollaÈ una domanda che a un milanese fanno sempre, in giro per il mondo. «Ac Milan or Fc Internazionale?». Risposta: «No no, Juventus». «Juventus? Why?». Perché all'estero non lo capiscono tanto, cosa vuol dire essere bianconeri. Non capiscono che si può essere di Milano, Roma o persino Firenze (sì, i gobbi sono pure lì) e tifare Juve. Perciò eccoci, al derby d'Italia. Poche ore al calcio d'inizio di una partita che noialtri - juventini a Milano - giochiamo sempre in trasferta. Però siamo in tanti, tantissimi. E se uno dovesse chiederci «Why?» siamo così tanti, la risposta più giusta sarebbe forse anche la più ovvia. «Cause win is cool». Vincere è una figata.Poi certo, ognuno ha la sua storia. Ogni scintilla scocca alla sua maniera. Ognuno alla fine nasce con un idolo in campo che lo fa innamorare di quei colori. Che si chiami Omar Sivori o Dybala, Michel Platini o Zinedine Zidane, Dino Zoff o Pierluigi Buffon, Roberto Bettega o David Trezeguet, Antonello Cuccureddu o Simone Padoin (oh, può succedere). Ma in fondo, la risposta a quel «Why?» sta tutto nelle poche ma solari verità che da tempo abbiamo colto. Ovvero: 1) stare davanti a tutti in classifica è meglio che non starci; 2) se a rosicare sono (quasi) sempre gli altri la vita viaggia più serena; 3) sopportare i piagnistei a prescindere sugli arbitri è un esercizio zen che ci porterà al Nirvana; 4) il nostro dna non è replicabile (per informazioni chiedere al Bayern Monaco); 5) il viaggio in serie B è un purgatorio che ci ha resi più forti, e se qualcuno dice che somiglia a una metafora della vita mi sa che non sbaglia; 6) le righe bianche e nere dei carcerati sono orizzontali, le nostre slanciano se sei in sovrappeso; 7) Giovanni Trapattoni avrà fatto pure il record di punti con l'Inter, ma sotto sotto è sempre stato juventino; 8) Peppino Prisco era un genio, e per questo possiamo perdonargli tutto. Persino di essere stato interista.Ps. Se stasera Icardi resta in panca magari è meglio, che quando vede bianconero la mette sempre dentro accidenti a lui.