Accoltella la sorella Ecuadoregno finisce in manette

Il gip di Milano Enrico Manzi ha convalidato l’arresto e disposto la custodia cautelare in carcere nei confronti di S. A. R., ecuadoriano di 36 anni, accusato di tentato omicidio nei confronti della sorella di 41 anni, ferita gravemente con un coltello da cucina dopo una furibonda lite scoppiata mercoledì sera per motivi futili. L’uomo, assistito dall’avvocato Lara La Piscopia, ha ammesso di aver accoltellato ripetutamente la sorella, colpita in particolare alle gambe e sotto l’omero destro, dopo che questa gli aveva spaccato in testa una bottiglia di vino. Al momento del fatto, avvenuto nell’appartamento in cui i due vivono, in viale Abruzzi, entrambi erano ubriachi. La donna è ancora ricoverata in prognosi riservata ma non è in pericolo di vita.