Affreschi, giardini e giochi d'acqua: ora Villa Litta apre sette giorni su sette

Siamo proprio dalle parti del prossimo Expo, ovvero a Lainate: è qui che si trova la Villa Borromeo Visconti Litta, tanti nomi quanto quelli delle nobili famiglie che la possedettero nei secoli. Era stata concepita come una Villa di Delizia, ovvero come un luogo da dedicare al relax e al divertimento, ed è sempre qui che, stanchi di camminare tra i padiglioni dell'Esposizione, ci si potrà andare a rilassare per camminare nello splendido Ninfeo, concepito già nel 1500 come luogo di frescura e di divertimento visti i sensazionali giochi idraulici che lo rendono l'esempio più significativo dell'Italia settentrionale. Senza dover attendere Expo, Villa Litta ha già aperto questo weekend con appuntamenti per i bimbi e una mostra-mercato. Ma nei prossimi 6 mesi, sette giorni su sette si potrà passeggiare in un giardino che conta più di 800 alberi di 56 diverse specie e in cui si trovano ben due fontane settecentesche, visitare il palazzo con soffitti affrescati, tra sale della Musica (in cui visse persino il figlio di Bach, Johan Christian Bach, che fu maestro di musica della famiglia Litta a Lainate) e delle Feste. Saranno sempre disponibili delle guide (sono reclutati nuovi volontari grazie all'Associazione Amici di Villa Litta e Touring club). Potenziati il sito (www.villalittalainate.it) e il bookshop.