Agguato sotto casa, ferito a colpi di pistolaCusano Milanino

L'hanno aspettato, vicino a casa. Quando l'auto si è avvicinata al box del condominio, hanno sparato tre colpi di pistola, ferendolo all'addome. Così, un italiano di 50 anni è finito al pronto soccorso dell'ospedale Niguarda in codice rosso. Nonostante l'agugato, l'uomo non sarebbe in perciolo di vita.
È successo ieri sera intorno alle 8 in via Primula, a Cusano Milanino. La vittima lavora in un'azienda di informatica. I carabinieri, che indagano sul caso, stanno cercando di ricostruire con esattezza la dinamica dell'attentato, e soprattutto un movente. Apparentemente, infatti, la vittima non sembra avere legami con soggetti pericolosi o particolari precedenti. Un profilo «anonimo», dunque, da perfetto incensurato, cosa che contribuisce a rendere ancora più difficile individuare la giusta pista investigativa.
L'aggressore, secondo una prima ricostruzione fatta dai militari giunti sul posto, ha sfondato il vetro dell'auto del malcapitato e gli ha esploso contro tre colpi d'arma da fuoco, uno solo dei quali lo ha raggiunto all'addome, ferendolo in modo grave. In via Primula sono giunti i volontari del 118 che hanno soccorso l'uomo, trasportato d'urgenza al niguarda, dove è stato sottoposto alle cure del caso. la prognosi resta riservata, anche se il 50enne sarebbe fuori pericolo.