Via ai negozi del futuro con magazzini vocali e specchi intelligenti

Un bando da 9,5 milioni per l'innovazione: contributi regionali pari al 50% delle spese

I camerini smart, dove bastano specchi «intelligenti» e puoi comprare un abito senza indossarlo. E poi il «voice picking» (magazzino vocale), una strumentazione utile a reperire la merce stoccata. E ancora, tablet e smartphone trasformati in casse e sensori per contare il numero dei clienti. E infine l'integrazione del commercio tradizionale con l'e-commerce attraverso siti internet o di app che permettano di scegliere anche da casa il prodotto per poi provarlo di persona in negozio. Sono solo alcuni dei sistemi digitali che le oltre 100mila micro, piccole e medie imprese commerciali al dettaglio potranno acquisire grazie al bando pubblicato ieri dall'assessorato allo Sviluppo economico di Regione Lombardia.

Si chiama «Storevolution» e nel nome c'è già tutto: evoluzione del negozio. Parola d'ordine: innovazione. «Regione Lombardia, per la prima volta in Italia, promuove un bando per consentire a tutte le attività commerciali di poter innovarsi- spiega Alessandro Mattinzoli l'assessore allo Sviluppo Economico- Un bando che va a coprire l'intera struttura del negozio dal back- end (magazzino, logistica,) al front-end, ovvero alla relazione con i clienti. Le micro e piccole medie imprese devono tornare ad aver fiducia e coraggio, traendo da questa opportunità l'occasione per poter entrare con forza in questa nuova epoca. Esse restano un punto fondamentale per la vivibilità dei quartieri nelle nostre città e siamo certi che in molti risponderanno al bando, perché risponde ai nuovi bisogni degli imprenditori». La dotazione è di 9 milioni e mezzo di euro così distribuita: il contributo è pari al 50 per cento delle spese ammissibili nel limite massimo di 20 mila euro per le imprese che presentano domanda singolarmente, del 60% delle spese ammissibili nel limite massimo di 60mila euro per quelle che si presentano in forma aggregata a partire da un minimo di sei imprese.

Per accedere ai finanziamenti si potranno presentare i progetti dal 10 settembre fino all'8 ottobre prossimo. «Anche i piccoli negozi che, magari non hanno la possibilità di avere magazzini grandi nel locale stesso, potranno in questo modo diventare competitivi, allestendo altrove spazi per la merce» osserva l'assessore, Alessandro Mattinzioli. «Con l'integrazione del retail on line si ottengono risultati innovativi e davvero di buon senso sia per il cliente sia per l'imprenditore».

Il bando prevede inoltre finanziamenti per le ristrutturazioni dei negozi a fronte di progetti di riposizionamento strategico dello store con modifica di attrezzature e arredi, come per esempio i totem elettronici per pagare velocemente senza fare code. «Storevolution - conclude l'assessore regionale - segnerà un nuovo corso nel commercio lombardo, capace di essere innovativo e competitivo con nuove forme e strumenti, ma sempre ancorato a una tradizione e a una storicità che metta al centro il commerciante con il proprio cliente. Questo è l'inizio dello shopping che guarda la futuro, perché il futuro appartiene a chi riesce a immaginarlo».