Albertini e Palmeri capilista Il lancio sabato al Parenti

É confermato per domani il lancio del simbolo della lista civica di Stefano Parisi, «Io corro per Milano», ma l'elenco completo dei nomi resta in stand by fino a sabato, giorno in cui si terrà al teatro Franco Parenti una kermesse per la presentazione ufficiale con il candidato sindaco del centrodestra. Non tutto, ma molto è da rifare dopo il ritiro due giorni fa di Corrado Passera per sostenere la corsa di Parisi. L'ex ministro era in campo da mesi e ovviamente aveva già una squadra di uomini (e donne) da schierare alle prossime Comunali, in consiglio e nelle zone. La sua lista civica e quella di Parisi andranno in qualche modo a integrarsi, e si sta lavorando per un nuovo simbolo che renda evidenti anche i colori della ormai ex lista Passera. E intanto, a meno di sorprese, comparirà il nome di Parisi. Ad oggi l'accordo preso con gli alleati del centrodestra era di rinunciare per non strappare troppi voti ai partiti. L'ipotesi era di indicare invece il nome di Gabriele Albertini, capolista. Ma sarebbe stata un'anomalia: Parisi sindaco è sul simbolo di Forza Italia, di Milano popolare e Fdi. Il patto Parisi-Passera avrebbe fatto sfuimare il vecchio accordo. E teste di lista saranno Albertini e Manfredi Palmeri, che stava facendo campagna per l'ex ministro e avrebbe avuto un ruolo di primo piano. Tra u nomi che aveva in mente Parisi e dovrebbero garantirsi il posto in lista ci sono il vicedirettore di Panorama Maurizio Tortorella, la sindacalista Cisl Rosanna Favulli, il presidente del Satam (sindacato dei tassisti) Raffaele Grassi che nel 2011 è entrato in aula come esponente dell'Idv nella maggioranza di Giuliano Pisapia, e si è allontanato via via negli anni dalla linea del sindaco e del Pd. Confermati Fabrizio Battante, imprenditore, e Ugo Arrigo, docente dell'Università Bicocca. In pole anche Daniela Reho, presidente dell'associazione Motore Metropolitano.

ChiCa