Albertini torna (e sbugiarda il Pd)

«Fa i manifesti con i nostri grattacieli ma boicottava i cantieri». Zecchi e Artioli in squadra

C'è il filosofo Stefano Zecchi che gira al «futuro sindaco» una richiesta di suo figlio, realizzare «una Disneyland sulle ex aree Expo». Più che un sogno, precisa di essersi «già informato, sarebbe a costo zero per il Comune e genererebbe profitti». È stato ex assessore alla Cultura durante la giunta Albertini e da ieri è candidato nella lista civica di Stefano Parisi «Io corro per Milano» che - guarda un po' - è guidata dall'ex sindaco, in ticket con Manfredi Palmeri. Tra i 48 nomi della prima lista completa presentata ieri agli elettori da Parisi e Corrado Passera sul palco del Parenti ci sono Raffaele Grassi, l'ex sovrintendente Artioli, il «re» dei fornai Marinoni. Manca invece Daverio. E Albertini svela le bugie del Pd che «fa i manifesti con i grattacieli ma quando ero sindaco bloccava i cantieri con i centri sociali».

Commenti
Ritratto di Fr3di

Fr3di

Mar, 19/04/2016 - 16:41

la sinistra non conosce la vergogna e fa bene perchè i suoi elettori sono un gregge di creduloni che negano perfino la realtà più evidente se la cosa gioca a favore dei loro idoli.