Album

Il dialogo sempre più costante tra impresa e cultura ha visto in questi anni Fondazione Cariplo in prima linea nella promozione e lo sviluppo di importanti progetti, dal restauro alle mostre d’arte, dal teatro alle attività filantropiche. Per il 2010, Cariplo metterà a disposizione 70 milioni di euro in nuovi bandi a sostegno di progetti di enti non profit, nei settori dell’ambiente, arte e cultura, ricerca scientifica e servizi alla persona. Nell’area «Ambiente» l’investimento è di 12 milioni di euro, ripartiti in cinque nuovi bandi: Tutelare la qualità delle acque; Educare alla sostenibilità; Promuovere forme di mobilità sostenibile alternative all’auto privata; Promuovere la sostenibilità energetica; Tutelare e valorizzare la biodiversità. Per il settore «Arte e Cultura» invece, Cariplo ha messo a budget 13,5 milioni di euro per: Valorizzare il patrimonio culturale attraverso la gestione integrata dei beni; Diffondere le metodologie innovative per la conservazione programmata del patrimonio storico-architettonico; Promuovere la buona gestione nel campo dello spettacolo dal vivo; Valorizzare la creatività giovanile in campo artistico e culturale; Incrementare il pubblico nei luoghi di cultura; Favorire la coesione sociale mediante biblioteche di pubblica lettura. Ai bandi si sommano i contributi al Teatro alla Scala, al Fai e al Piccolo; il progetto dei «Distretti culturali», con cui si finanziano reti locali per la messa a sistema dei beni culturali; e il «Progetto Être», un sistema di residenze per sostenere le migliori compagnie teatrali sul territorio. Anche l’area «Ricerca scientifica» propone quattro nuovi bandi (pari a 25,5 milioni di euro): Ricerca scientifica in ambito biomedico; Ricerca tecnologica sui materiali avanzati; Progetti internazionali finalizzati al reclutamento di giovani ricercatori; Progetti per la formazione di capitale umano di eccellenza. Previsti infine 19.800.000 euro per i «Servizi alla Persona»: Diffondere e potenziare gli interventi di housing sociale a favore di soggetti deboli; Favorire lo sviluppo dell’impresa sociale per inserire al lavoro persone in condizione di svantaggio; Creare partnership internazionali per lo sviluppo; Tutelare l’infanzia e garantire il diritto del minore a vivere in famiglia; Promuovere percorsi di integrazione interculturale tra scuola e territorio (per informazioni: www.fondazionecariplo.it ). L’attività filantropica però non si limita ai bandi, ma struttura progetti propri o in partnership, per un volume complessivo di 213 milioni di euro. Tra questi, il progetto delle Fondazioni di Comunità, distribuite tra Lombardia, Verbania e Novara, che svolgono attività di pubblico interesse.VTer