Alcol, manifesti e spot in tv per spiegare ai giovani i rischi

Un guidatore su tre, nelle strade di Milano, risulta in stato di ebbrezza. È il risultato dei 788 test con l’etilometro effettuati, lo scorso marzo, dalla polizia municipale. In 238 casi, i valori riscontrati sono apparsi superiori ai limiti stabiliti dalla legge. Per questo l’assessorato comunale alla Salute ha deciso di avviare, a partire da domani e fino al 15 settembre, una campagna di sensibilizzazione dedicata, in modo particolare, ai giovani che frequentano i locali notturni. In tutta la città, ma anche in cento Comuni del Salento e nella Riviera romagnola, saranno affissi manifesti inequivocabili: un corpo umano fatto di vetro infranto sull’asfalto e un monito: «Se bevi e guidi, infrangi la legge. E i cocci sono i tuoi». La campagna pubblicitaria proseguirà anche in radio e in televisione. Proprio nelle discoteche di Rimini e Riccione saranno distribuiti - in appositi corner - duemila kit antidroga. «Chi alza il gomito e si mette alla guida - dice l’assessore Giampaolo Landi di Chiavenna - agisce in maniera irresponsabile e pericolosa e mette a repentaglio la sicurezza di tutti i cittadini. Alcol e stupefacenti sono nemici della sicurezza».