Aler, l'affitto si paga pulendo le scale

Dalla Regione nuove possibilità per i morosi che non riescono a saldare i conti

Il neo sottosegretario regionale Giulio Gallera annuncia un nucleo creato appositamente dall'Aler per «verificare i casi di morosità incolpevole e quelli invece in cui c'è chi ne approfitta» e l'offerta agli inquilini in difficoltà di poter pagare l'affitto pulendo le scale o riqualificando e tenendo in ordine gli spazi comuni. E poi anche alloggi a chi è disposto a ristrutturarli, scalando i costi delle opere dai bollettini mensili.

Ma a preoccupare sono ancora le occupazioni abusive: un fenomeno certamente arginato, ma non del tutto debellato se è vero che negli ultimi diciotto giorni sono stati sventati ben trentotto tentativi. Diciotto dai nuclei di Tutela del patrimonio Aler, mentre altri venti sono stati gli sgomberi in flagranza per cui il nucleo Aler è stato appoggiato dalle forze dell'ordine e dai servizi sociali. Solo tre alla fine le occupazioni abusive riuscite, di cui due grazie all'appoggio dei centri sociali.

«Numeri ben diversi dal passato - spiega Gallera - Perché è chiaro che il vento è cambiato». Con cifre che per i mesi che vanno da luglio a novembre dicono che i tentativi di entrare illegalmente erano stati 272, di cui 117 andati a buon fine. «Colpa di Pisapia che ha fatto passare l'idea che le occupazioni non sono un reato e ha smantellato i nuclei che avevano il compito di sventarle. Per non parlare dei centri sociali e di chi in Comune è loro complice».