Allarme bomba a Milano, evacuato il consolato Usa

Una lettera che minaccia la presenza di un ordigno fa scattare l'allarme. Evacuati anche gli studi di Radio Monte Carlo, Virgin e 105, che sono nello stesso stabile

Allarme bomba al consolato americano di Milano. Oggi pomeriggio, dopo aver ricevuto una lettera in cui si minacciava la presenza di un ordigno nell’edificio, la sede di via Principe Amedeo è stata evacuata. Massima allerta anche negli studi di Radio Monte Carlo, Virgin e Radio 105, che si trovano nello stesso stabile. Sul posto è subito arrivata la polizia e, dopo circa un'oretta, l'allarme è rientrato.

Momenti di paura poco dopo le 17, in pieno centro a Milano (guarda la gallery). "C'è stato un allarme bomba per le sedi diplomatiche Usa di Milano e Roma", hanno spiegato gli speaker di Radio Monte Carlo facendo sapere che, in seguito a una lettera di minacce arrivata in Largo Donegani, sono scattate "analoghe verifiche" anche negli altri consolati americani presenti sul territorio italiano. La decisione di evacuare il consolato è arrivata direttamente dall’ambasciata americana a Roma, contattata dalla sede milanese dopo la scoperta della lettera. Una decisione che, sottolineano alcune fonti di sicurezza, risponde ad una procedura specifica senza essere collegata a un reale allarme. Alla luce dei warning inviati alle ambasciate in diversi paesi islamici dopo l’allarme terrorismo, il livello di allerta è sicuramente più alto. La lettera, arrivata questa mattina, è stata aperta solo nel pomeriggio: all’interno un foglio con una A cerchiata e la minaccia della presenza di un ordigno all’interno del palazzo. Di qui la telefonata dei diplomatici all’ambasciata a Roma e la decisione di evacuare.