Allarme stalking: 4 casi ogni settimana

Due arresti ieri a Cinisello e Albairate. Nel 2016 contati in tutto 139 episodi

Lo stalking torna a creare allarmi e paure. Ieri i carabinieri di Milano hanno arrestato, in due operazioni distinte, un ex compagno e un figlio prevaricatori. Questi ultimi due arresti si aggiungono ai 137 già effettuati da inizio anno per i reati di stalking e maltrattamenti in famiglia, mentre si attestano a 35 le denunce in stato di libertà per medesimi reati. A Cinisello, i militari sono intervenuti su richiesta di una 47enne rumena che segnalava la presenza dell'ex compagno, un connazionale 49enne, appostato sotto casa. Sul luogo, i Carabinieri hanno rintracciato l'uomo, non nuovo a comportamenti persecutori. A quel punto è stata interpellata la vittima che non ha fatto mistero di essere stata oggetto di attenzioni indesiderate e minacce da aprile, dopo una conoscenza nata sui social network. Alla decisione della donna di interrompere i rapporti, l'arrestato, residente a Roma, ha iniziato a tempestarla di telefonate e messaggi, giungendo a presentarsi persino sul posto di lavoro. Ora l'uomo dovrà rispondere di atti persecutori e verrà giudicato per direttissima.

Ad Albairate, i carabinieri sono intervenuti in un'abitazione dove un 22enne, all'apice di una discussione nata per abiti non ancora lavati, ha colpito la madre, una 46enne di origini marocchine, dopo aver sfondato a calci e pugni la porta della stanza nella quale la donna aveva cercato riparo. Ad allertare il 112 è stato il padre del giovane, che si trovava a lavoro ed era stato contattato dalla moglie affinché rientrasse subito a casa. L'arrestato, che già in precedenza aveva posto in essere comportamenti violenti contro i familiari, danneggiando anche arredi ed elettrodomestici, è ora in carcere a Pavia e dovrà rispondere di maltrattamenti in famiglia. La vittima se la caverà con una prognosi di 5 giorni ed alcune contusioni.

Come anticipato, questi due casi rappresentano solo l'ultimo esempio in ordine cronologico di un'emergenza tutt'altro che sopita. Dall'inizio del 2016 a Milano e in provincia sono state 139 le persone arrestate dai carabinieri per stalking o maltrattamenti in famiglia, mentre 35 sono stati denunciati in stato di libertà per gli stessi reati.

La cifra fa spavento se si considera che siamo all'ottavo mese dell'anno, non ancora concluso. Sono quindi oltre 17 al mese i casi di comportamento persecutorio e violenza, con una media di oltre quattro allarmi a settimana. Ovvero, uno ogni due giorni. Il fenomeno sta dunque assumendo proporzioni ingenti e imporrà una riflessione attenta alla luce del fatto che le donne sono le vittime ricorrenti.