«Alleggerire in aula la stangata Irpef? Possibilità all'osso»

Le speranze di vedere alleggerita la stangata Irpef, il calo dell'esenzione da 33.500 a 15mila euro? «Ridotte all'osso». A smorzare il Pd che lavora alacremente su un emendamento al Bilancio 2013 da presentare in Consiglio per modificare la manovra è l'assessore Francesca Balzani, che in commissione ha presentato i dati della spesa comunale impegnata fino a metà settembre, 1,7 miliardi sui 2,9 disponibili per l'anno, il 58,3% del totale. Quasi fermi (360mila euro spesi su 11,8 milioni, il 3%) gli interventi per il diritto alla casa. Proprio ieri la Cisl ha protestato per la cancellazione del Fondo affitti, il tradizionale contributo per pagare il canone privato alle famiglie in crisi, «il bando non è stato aperto e almeno 2mila persone, per lo più pensionati, sono in difficoltà». E la Cgil ha protestato per «il mancato coinvolgimento nelle scelte del Welfare, il Comune apra subito un tavolo». Rapporti tesi con le sigle, ancora di più con il centrodestra che oggi va dal prefetto per denunciare la mala-gestione d'aula (dopo il caso clou dei tempi contingentati a luglio) e minaccia ostruzionismo serrato sul Bilancio. Il Pd è in allarme e prova a cercare una mediazione: «Abbiamo proposto un “accordo quadro“ - spiega il capogruppo Bertolè -, un tot di sedute per tema una scadenza per il voto».