Via all'Expo delle larghe intese «Milano sarà capitale della Ue»

Per il governatore Roberto Maroni, l'Expo ha «il grande obiettivo di far di Milano la capitale d'Europa». Un impegno annunciato ieri alla Villa Reale di Monza durante la cerimonia a cui ha partecipato il capo dello Stato Giorgio Napolitano e organizzata per il lancio dell'esposizione universale a 663 giorni dall'inaugurazione. Per Napolitano ora serve la «determinazione» necessaria «per superare difficoltà e residui ritardi, dato che non c'è più un giorno da perdere». E forse proprio per questo Maroni ha chiesto al governo che proprio Milano e la Lombardia diventino «una zona franca dai molti vincoli di bilancio che adesso ci sono». Altrimenti «la strada è in salita». Poi propone un'Expo «mafia free» e che sia il trampolino per una battaglia contro la contraffazione alimentare. Poi Maroni ha incassato i complimenti del premier Enrico Letta: «Sta dando una guida valida ed è in grado di accompagnare questo percorso con la dovuta saggezza».