Alta tensione con gli abusivi romeni: i residenti bruciano due autoVia Quarti

Quando ieri pomeriggio un gruppo di una cinquantina di residenti ha invaso minacciosa tutta la carreggiata di via Quarti i carabinieri, che erano competenti per zona d'intervento, hanno preferito chiamare in ausilio anche la polizia, giunta sul posto con due blindati. La situazione, seppure resti sempre sull'orlo di un baratro, per adesso è sotto controllo. Ma fino a quando? Ieri si rischiava infatti che dalle scintille, com'era accaduto sabato sera, si passasse ai fatti. Su un fronte ci sono gli italiani che risiedono nei casermoni anni Ottanta di quella zona di Baggio e sull'altro i nomadi, tutti impegnati da oltre un anno in una vera e propria guerra tra «vicini». I rom sono accusati infatti da alcune famiglie italiane che abitano lì da diversi anni di aver occupato abusivamente una parte degli alloggi Aler.
Sabato pomeriggio, con la sua guida spericolata, un nomade avrebbe rischiato secondo alcuni testimoni italiani di investire un bambino in un parcheggio. È stato a quel punto che una decina di italiani hanno circondato minacciosamente il veicolo, mettendo in fuga l'uomo al volante. La vettura è stata quindi bruciata. Sul posto i vigili del fuoco hanno spento il rogo e fino a tarda sera hanno evitato che le fiamme coinvolgessero altri veicoli. Prima di mezzanotte, però, in strada, sono state bruciate altre due auto e un camper, anche se ancora non si sa chi sia responsabile di questi roghi. «Finora i proprietari delle auto e dei camper bruciati non hanno denunciato i danneggiamenti dei veicoli» spiegava ieri pomeriggio un carabiniere sul posto.

Commenti

ferry1

Lun, 10/03/2014 - 11:18

Che razzisti e populisti questi residenti!Avessero chiamato Vendola e Pisapia con un abbraccio avrebbero risolto i problemi!

Giorgio5819

Lun, 10/03/2014 - 11:26

Quando le istituzioni dormono (eufemismo),quando le giunte pensano a tutelare più gli abusivi che gli onesti...la giustizia arriva per altre vie.