Ambulatorio nascosto dentro un’erboristeria

Un «ambulatorio», una specie di ospedaletto per curare i cinesi, connazionali. È stato scoperto nei primi giorni di luglio in zona Chinatown. Un altro spezzone di «città parallela», una altro esempio di affari illegali. L’ambulatorio, dove è stato persino trovato un paziente attaccato alla flebo, si trovava in via Giordano Bruno, nel cuore del quartiere.
Le forze dell’ordine hanno sequestrato bel 15mila medicinali, di cui 6 mila pillole di viagra, 2500 pastiglie eccitanti e 3.400 antibiotici. La titolare dell’esercizio, una cinese regolare, è stata denunciata per abuso della professione medica e per commercio di farmaci imperfetti.