Anche i writer per cancellare 350 scritteGratosoglio, «Cleaning day» contro il degrado sui muri degli stabili

È durato dalle 9 alle 13 il settimo «Cleaning Day» milanese organizzato ieri contro il degrado della città dal Comitato Le Terrazze, dall'Associazione nazionale antigraffiti, dal Comitato Abruzzi-Piccinni e da Milano Muri Puliti. E, per la prima volta, a pulire i muri da disegni vandalici c'era anche una crew di writer, gli «Ah» di Quarto Oggiaro, affiancatisi con i pennelli a circa una trentina di volontari tra cui il presidente dell'associazione Fabrizio De Pasquale e quello della Codacons Marco Donzelli, per cancellare oltre 350 scritte.
La pulizia straordinaria dei muri da degrado e graffiti sui muri ha riguardato nel dettaglio gli stabili tra via Fratelli Fraschini (quartiere Le Terrazze-Gratosoglio), dal civico 2 al 12, fino all'angolo con piazza Remo Cantoni e oltre.
Finita la rimozione delle scritte, si passerà ora al monitoraggio e, all'occorrenza, i membri del Comitato delle Terrazze ripuliranno quei punti di muro che verranno nuovamente sporcati. Appuntamento ora per il «Cleaning day» nazionale del 26 maggio prossimo.