Per andare a San Siro si scende alla fermata Mediaset Premium

È la prima stazione sponsorizzata L'assessore Maran: «Importante partire con un'azienda milanese»

Numeri da record per una metropolitana che ha trovato in Mediaset un nuovo finanziatore. Il nuovo capolinea della linea 5 ha da ieri un nuovo nome: San Siro stadio - Mediaset Premium. Un investimento di 180mila euro che ha lasciato contenti tutti: gestori della «Lilla», che nell'ultimo mese ha avuto un incremento di 970mila passeggeri, Comune di Milano e reti televisive. Si tratta del primo caso in Italia in cui la realizzazione di una stazione viene sostenuta da investimenti privati in comunicazione.

«Un'iniziativa che va ad aggiungersi a quella di piazza San Babila, Football Heroes, e che fa compiere un passo avanti a Milano anche rispetto al Camp Nou di Barcellona che ha la metropolitana più lontana dalla stadio – ha commentato Alberto Brandi, direttore di Premium Sport -. Saranno tre anni interessanti finalmente abbiamo un'esclusiva di peso e per di più valida sia per le piattaforme pay sia per quelle free».

«In effetti è la prima volta che succede in Italia - ha detto Franco Ricci, ceo di Mediaset Premium – e noi ne abbiamo approfittato perché porta vantaggi a tutti, sia a noi come azienda che ai cittadini permettendo di migliorare i servizi a loro disposizione». E si tratta solo di un primo passo: «Il trasporto pubblico è ripagato in parte grazie ai biglietti e in parte con i fondi statali, per questo è importante trovare altre forme di finanziamento – ha precisato Pierfrancesco Maran, assessore comunale ai Trasporti – inoltre questa è la prima di altre stazioni “sponsorizzate” perché abbiamo già avuto diverse offerte per il naming; è importante anche che siamo partiti con un'azienda che ha sede proprio a Milano».

L'occasione è stata buona anche per ricordare che il 4 giugno aprirà la stazione di Portello e il 20 quella di Cenisio, con un anticipo di quattro mesi rispetto al previsto. «Abbiamo avuto un po' di polemiche perché dicevano che stavamo commercializzando la metropolitana – ha sottolineato Maran – ma credo che passeggiando per la stazione si possa dire che è una sponsorizzazione sobria ed elegante». «La linea sta andando benissimo - ha detto Bruno Rota, presidente di Atm –. In un mese sono 970mila i passeggeri in più sulla linea e non è solo per lo stadio anche se certamente le ultime partite hanno già messo in luce la possibilità offerta da questa stazione». Rota ha anche espresso soddisfazione per il raggiungimento dei 100 chilometri di linee metropolitane. Presenti anche i giocatori del Milan Marco Van Ginkel e Giacomo Bonaventura, e dell'Inter Andrea Ranocchia e Juan Jesus che hanno tessuto le lodi di un sistema di trasporto alternativo «veloce, ecologico e utile per evitare lo stress del traffico». Un nuovo collegamento secondo solo a quelli stellari delle strutture sportive inglesi, ma non a quelli di veri templi calcistici come quelli brasiliani: «San Siro - secondo Juan Jesus - è diventato comodo come il Maracanà».