Antincendio fuori uso e anziani senza ascensore

Vassallo (Milano Popolare): «Chiediamo una seria verifica sugli appalti di tutta la partecipata»

Ascensori fuori uso, infiltrazioni e impianti antincendio fuori uso. L'immobile di via Creta 1, nove piani di case comunali gestite da Metropolitana milanese, è messo male. La denuncia della situazione in cui versa lo stabile è di Franco Vassallo, presidente delle Commissione Casa del Municipio 7 in quota Milano Popolare: «Sembra che non venga aggiornato dal 2014 spiega Vassallo - e mi sembra una scelta strana per un'azienda come Metropolitana Milanese che ha dentro tre indagati per quanto successo in via Cogne». Il consigliere si riferisce all'incendio occorso in una palazzina di via Cogne 20, anche questa gestita da MM, che a febbraio costò la vita al tredicenne Haitam Errafi. Una tragedia quella di Quarto Oggiaro che ha lasciato il segno su chi vive nelle case popolari. «Siamo rimasti davvero stupiti racconta Vassallo - quando in una commissione del 18 luglio un dirigente di MM ci ha detto che non avevano i soldi per gli interventi: ma per le animazioni nei cortili invece ci sono? Quando poi ho chiesto un incontro con Stefano Zanini, direttore della divisione Casa, non ho ricevuto alcuna risposta». «Vorremmo che si aprisse una verifica seria e rigorosa sugli appalti - conclude Vassallo - perché quello degli incendi è un controllo che si deve svolgere annualmente». «Tra gli ascensori che non funzionano e le condizioni generali dell'immobile - commenta il capogruppo di Forza Italia in Consiglio comunale Fabrizio De Pasquale - ci chiediamo dove sia tutta questa attenzione alle periferie di cui tanto parla il sindaco Sala, dopo gli episodi di via Cogne è assurdo che ci siano anche impianti anti incendio fuori uso, ma perché gli ultra novantenni sono costretti da un anno a far le scale senza ascensore mentre i manager MM percepiscono lauti stipendi?». L'azienda ha risposto alle contestazioni: «MM ha verificato la segnalazione del signor Di Meo il 7 novembre 2017 quindi sistemata, ed il 9 gennaio 2018 c'è stato il ripristino dell'appartamento. Non abbiamo ricevuto segnalazioni sulla facciata - replica sulle infiltrazioni - a proposito degli ascensori MM effettua monitoraggio continuo tramite l'impresa titolare della manutenzione e garantisce gli interventi ordinari; si segnala che nel condominio di Via Creta, per ogni scala sono presenti due ascensori, mai fermi contemporaneamente, a garantire il servizio per gli inquilini. Sono impianti vetusti, hanno circa 30 anni. Già previsto, con programmazione di manutenzione straordinaria e non ordinaria, l'intervento nelle prossime annualità su tutti gli impianti che ne necessitino». Infine la partecipata conferma il problema sull'antincendio, ma avverte che sono in via di soluzione: «MM ha pianificato, per il tramite dell'impresa aggiudicataria che opera sul territorio, interventi di adeguamento delle apparecchiature e dispositivi antincendio entro l'autunno di quest'anno».

MBon