Aperitivi stellati o gare di barbecue

in città sarà tutto un magna magna La kermesse dal 4 all'11 maggio. E in Fiera arriva Obama

Stessa formula del design, risultati (si spera) migliori della «prima» del libro. Dal 4 all'11 maggio debutta la «Milano Food City», un fuorisalone del gusto in concomitanza anche questa volta con le esposizioni in Fiera. A Rho dall'8 all'11 torna «Tutto Food», un salone per le aziende di settore, e negli stessi giorni si tiene il summit «Seeds and Chips», dedicato all'innovazione nella filiera agroalimentare, a cui è atteso (il 9 maggio) anche l'ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama, in quella che a meno di sorprese dovrebbe essere la prima uscita pubblica in assoluto dalla fine del mandato. E il sindaco Beppe Sala gli consegnerà il Sigillo (in pratica le chiavi) della città.

Milano accompagna i saloni con otto giorni di eventi e spettacoli diffusi. Quakche esempio? Il Base di via Tortona ospiterà la «Street food parade», protagonista ovviamente il cibo di strada in tutte le versioni possibili, con un'area «Skate and surf film festival» con musica proiezione di film e documentari a tema. Il 5 e il 9 maggio la Fondazione Riccardo Catella lancia «Coltiviamo insieme», due giorni in cui i bambini potranno conoscere da vicino l'orto e utilizzare in cucina i suoi frutti. Sempre il 5 allo Spazio Bergognone 26 c'è «Olio Officina», una degustazione degli oli italiani con l'esperto Luigi Caricato. I bimbi potranno scoprire meglio il latte, e trasformarlo con le loro manine nei derivati (formaggio, burro, panna) al Museo della Scienza e tecnologia in due giornate di laboratori (6 e 7 maggio). Per gli amanti del barbecue, al mercato comunale di viale Ungheria andrà in scena una gara di cucina Bbq, con quattro categorie saranno pollo, pesce (salmone), costine di maiale e un'altra a sorpresa.

Il SuperstudioPiù di via Tortona ospita «Italian Gourmet» (6-11 maggio), sedici chef stellati italiani accompagneranno i visitatori in un «viaggio» nel gusto italiano, tra dibattiti, showcooking e ovviamente degustazioni. A Palazzo Giureconsulti (6 maggio) dalle 10 alle 19 sarà «Festa del Bio». Altra zona, altri gusti. Bisogna spostarsi al The Mall di zona Gae Aulenti per «Taste of Milano» (4-7 maggio), il festival degli chef lombardi alla sua ottava edizione. Venti i ristoranti protagonisti, che nei quattro giorni daranno la possibilità ai visitatori di assaggiare 80 portate, quattro per ogni chef, a un prezzo accessibile (dai 6 ai 10 euro). Qualche nome? Dallo chef Wicky Priyan di «Wicky's Wicuisine» ad Andrea Berton, Claudio Sadler, Roberto Conti («Trussardi alla Scala»), Elio Sironi («Ceresio 7»), Andrea Aprea («Vun-Park Hyatt»). «FoodFriends» è la manifestazione (molto) diffusa promossa da Confcommercio. Qualche dritta: aperitivi a 5 stelle con risotto alla milanese negli hotel che aderiscono ad Apam, una «notte golosa» (il 6 maggio, dalle 18.30 a mezzanotte) al mercato comunale coperto di piazza Wagner tra assaggi di formaggi, taglieri di salumi, degustazioni di carne e pesce, «Dalla padella alla brace» in via Vittor Pisani con i Maestri dell'Accademia italiana della costina (il 6 maggio dalle ore 11) a «Sa(r)pore» in via Sarpi e dintorni, con una serata di eventi, musica, cibo e artisti di strada il 10 maggio. Happy Hour della salute in via Spadari, il rito delle tisane e degli infusi al Casello Ovest di Porta Venezia. Allo Spazio Bergognone 26, «degustazione didattica di sake», la tradizionale bevanda alcolica giapponese.

ChiCa