Aperitivo più frizzante con il baratto di abiti

Svuotare gli armadi, riorganizzare gli spazi, ordinare tutto, eliminare il superfluo; tutti abbiamo troppo, ci stanchiamo in fretta delle novità e abbiamo voglia di abiti e accessori diversi. In epoca di sharing economy, dove quasi tutto va condiviso, un trend è lo Swap Party, ovvero l'arte del baratto, scambio dei propri beni destinati, in caso contrario, a morte certa.Chi ha fatto dello Swap un'arte è Serena Luglio, donna intraprendente che lavora in una multinazionale americana. Domani all'Hotel NH Milano Touring di via Tarchetti 2, ha organizzato #Swappen Party d'Autunno, dalle 19. «Lo swap é a tutti gli effetti il baratto. Ho iniziato a farli dal 2000 in casa o alla buona il sabato e la domenica in qualche bar tra Varese e Milano. Io sono di Varese - dice Serena, che si definisce una swappatrice seriale -. Ad un certo punto in casa non si stava più soprattutto a Milano e quindi ho iniziato ad organizzare lo Swap in spazi più ampi».Swappen nasce nel 2014 per un caso fortuito. Un locale di super alcolici mi aveva contattato perché interessato all'evento. La collaborazione non è mai partita, ma l'idea sì. Dopo due anni swappen è una realtà consolidata a Milano. Partecipano principalmente donne che adorano l'idea di scambiare vestiti e accessori passando una serata divertente e molto sociale, facendo shopping a costo zero. Questa è l'idea, sharing economy e sostenibilità attraverso il riciclo.Per lo Swap di Serena il motto è «Quello che non usi per quello che ti piace» o «perché spendere quando c'è swappen» e «finché c'é swappen c'é speranza... Almeno per l'armadio». In programma appuntamenti anche a dicembre e non solo a Milano, perché Swappen gira anche in altre città.L'appuntamento si svolge in quattro fasi. Prima, un aperitivo allestimento, poi si beve qualcosa e si fa amicizia, quindi si prepara il banchetto, infine inizia lo scambio con negoziazione libera. L'utente sceglie liberamente: una penna per un moncler o chissà cos'altro. Le regole sono sempre le stesse. Si conferma la partecipazione a info@swappen.it - consumazione obbligatoria 10 euro - si porta quello che si vuole scambiare purché in ottimo stato. Stavolta ci sarà anche un angolo luxury con pezzi di elevato livello (non necessariamente firme), che verranno esposte in un corner separato.