Gli appalti del Comune sotto tiro «Irregolarità, ecco tutte le cifre»

Nel mirino finiscono i fondi destinati dall'assessore Majorino ai circoli di sinistra Analisi dei Radicali dopo la lettera di Cantone: il rischio riguarda fino a 4 casi su 5

«Servizi socio-assistenziali forniti alla persona, spesso in situazioni di urgenza e a soggetti e famiglie che di frequente si trovano improvvisamente in stato di bisogno». Il Comune cerca di negare con una nota affidata all'ufficio stampa, ma l'ipotesi di favoritismi negli appalti ad imprese amiche frazionando gli importi per non ricorrere alle gare rischia di diventare un ostacolo nella corsa dell'assessore Majorino per una candidatura a sindaco. Un caso dopo che De Corato ha chiesto l'elenco dei servizi affidati con trattativa privata e al sindaco Pisapia è arrivata una richiesta di chiarimenti dal presidente dell'Autorità nazionale anticorruzione Raffaele Cantone. Una difesa, quella di Majorino che non convince nemmeno i Radicali Cappato e Crivellini che hanno esaminato i «due file con affidamenti che appaiono al di fuori delle norme del Codice degli appalti» inviati proprio da Cantone a Pisapia. Il risultato? «Forte frazionamento, superamento delle soglie previste dal Codice degli appalti per utilizzare procedure più semplici e discrezionali, individuazione di alcune società più “fortunate”».