APPELLO AL SINDACOKyenge: «I figli degli immigrati lavorino per Expo»

Stranieri di seconda generazione coinvolti nell'accoglienza per Expo. È uno dei progetti di cui il ministro per l'Integrazione Cecile Kyenge ha discusso nel suo incontro con il sindaco Giuliano Pisapia a Palazzo Marino. Un incontro su «progetti importanti per le politiche per l'integrazione» ha sottolineato Kyenge. I giovani figli di migranti nati in Italia possono rappresentare un valore aggiunto proprio perché parlano tutti più di una lingua. Per questo motivo potranno essere utili nel servizio di interpretariato. Andranno ad affiancarsi ai mediatori e agli interpreti professionisti». Polemica la Lega, che teme un'opportunità di lavoro in meno per i lombardi.

Commenti

Giorgio5819

Mar, 21/01/2014 - 13:54

La demente ancora all'attacco, e si rivolge all'altro demente di lei degno.In Italia lavoro agli Italiani, poi, se avanza ne riparliamo. Fermate la cloaca nera!