Apre la passeggiata su Melchiorre Gioia

Completata l'area delle ex Varesine e inaugurato ieri il ponte ciclopedonale su via Melchiorre Gioia che collega piazza Gae Aulenti con la Diamond Tower alle spalle di piazza della Repubblica, sarà aperto al pubblico da oggi il percorso ciclopedonale più lungo della città. Novecento metri da percorrere fino a piazza XXV aprile, un nastro che da quell'area a lungo dismessa dove c'era il luna park e tanto degrado, arriva fino a corso Como attraversando il cuore della movida milanese di cui l'edificio Unicredit è ormai diventato una tappa. «Un'intera area di 40.500 mq di cui 30mila pubblici - ha detto il sindaco Giuliano Pisapia tagliando il nastro - ritorna oggi ai milanesi, rinascendo come luogo di innovazione urbanistica e di architettura di alto livello». E parlando del nuovo percorso, ne parla come di «una straordinaria passeggiata nello stile e nella contemporaneità internazionale di Milano, un esempio di quello che si può fare quando pubblico e privato collaborano».
Tutt'intorno quello che sarà il Business district con i 60mmila mq di uffici della Diamond Tower, le Torri residenziali Solaria (la più alta d'Italia), Solea e Aria e le sei Ville Urbane. Secondo Hines ancora duecento gli appartamenti da collocare con prezzi che oscillano dai 7.500 ai 20mila euro al mq. e nomi vip ancora tenuti segreti. Un'occasione, l'inaugurazione di ieri, per fare il punto della situazione dell'intera area dopo il completamento del secondo tassello del progetto di Hines che è stata affiancata dal Qatar nei fondi cui fanno capo le tre aree di Porta Nuova e che nel frattempo, annuncia Catella, «ha potuto rifinanziare il debito da 450 milioni dell'area Garibaldi, dove sorge il grattacielo Unicredit, dopo aver raccolto proposte da diciassette banche in gran parte straniere per un ammontare di oltre 3 miliardi. «Sette volte la nostra richiesta e condizioni vantaggiose - spiega Catella - La dimostrazione del prestigio internazionale di questo progetto che è ormai diventato l'immagine di Milano nel mondo».
Ieri in serata la vernice con l'inaugurazione della mostra fotografica «The Italian Way» realizzata da Vogue per celebrare l'eccellenza italiana nel mondo e che rimarrà aperta fino a settembre. «Stiamo parlando con la Camera della moda - ha anticipato Catella - e la speranza è che questa zona si trasformi in un palcoscenico per la moda e il design italiani». Porta Nuova Isola sarà completata a settembre e lo stesso mese verrà conclusa la bonifica dei terreni dove sorgerà il parco, nella cui realizzazione Hines conta di subentrare al Comune.