Area C e autovelox, cassa continua

Da domani nuovo impianto in via Palmanova. E Ztl gratis solo 4 giorni ad agosto

Occhio all'acceleratore. Da domani si accende in via Palmanova il primo dei 7 nuovi autovelox approvati dalla giunta Sala, i prossimi scatteranno tra settembre e novembre. In via Palmanova c'era già un impianto in direzione periferia, il nuovo multerà i veicoli che viaggiano verso il centro e basterà superare il limite dei 70 km all'ora per beccarsi la sanzione. Le brutte notizie per gli automobilisti non sono finite. La giunta ha deciso che le ferie di Area C quest'anno saranno cortissime: telecamere spente solo da lunedì 14 a domenica 20 (si riaccenderanno il 21). E al netto del ferragosto e del weekend, quando i milanesi non avrebbero comunque pagato il ticket, si tratta di appena 4 giorni di accesso gratuito (nel 2016 il Comune le spense dall'8 al 22 agosto, anni fa lo «stacco» era anche di tre settimane). Il consigliere di Forza Italia Fabrizio De Pasquale giorni fa aveva sollecitato il sindaco a spegnere Area C per tutto agosto, a parziale compensazione dei disagi per i cantieri M4 che residenti e commercianti dovranno sopportare ancora per anni. «La decisione di non sospendere Area C nemmeno ad agosto - tuona - dimostra l'odio preconcetto contro le auto e la disperata necessità di fare cassa. Il servizio Atm è stato ridotto in estate e l'apertura della Ztl avrebbe aiutato chi deve restare tutto il mese in città». Il Comune precisa che resterà sempre valido il divieto di transito per i veicoli di lunghezza superiore a 7,5 metri. E che l'interruzione estiva è legata alla riduzione del traffico in città nelle settimane centrali di agosto rispetto alla media annuale che solitamente si attesta tra il 40 e il 60%.

Tornando agli autovelox, l'assessore alla Mobilità Marco Granelli li definisce «un deterrente efficace contro gli eccessi di velocità» e quindi «necessari per contenere gli incidenti. Non c'è accanimento contro gli automobilisti, infatti abbiamo deciso di usare molti più strumenti di segnalazione di quanti ne richiede il codice della strada: cartelli, lampeggianti e scritte a terra rendono molto visibili gli impianti. Il largo rettilineo di via Palmanova può indurre in tentazione». Diversa l'opinione della consigliera Fi Slvia Sardone: «La verità è che, come i milanesi sanno benissimo, questi autovelox servono solo per fare cassa e cercare di risanare i bilanci comunali. Milano è diventata capitale italiana delle multe». Per evitare i ricorsi, oltre ai cartelli previsti dal Codice della strada, in prossimità della telecamera il Comune posiziona ulteriori cartelli di colore giallo/arancio con la scritta «attenzione autovelox» ai lati delle due carreggiate e dotati di luci lampeggianti. In corrispondenza dei cartelli verticali, sul fondo stradale viene riportata in grande la scritta «controllo elettronico della velocità» e anche un cartello di limite di velocità per ciascuna corsia di marcia. L'attivazione dei nuovi autovelox sarà segnalata sui pannelli elettronici a messaggio variabile. Dopo Palmanova gli altri 6 autovelox saranno installati in modo scaglionato fra settembre e novembre in via Parri (il limite è di 70km/h) e in via dei Missaglia (50 km/h) ain direzione centro e in entrambe le direzioni in viale Fulvio Testi (50 km/h) e via Virgilio Ferrari (70 km/h).

Commenti

donald2017

Mar, 01/08/2017 - 09:20

pecoroni milanesi avete votato sala e adesso silenzio e pagate autovelox e gabelle simili, il rosso non passa mai di moda (siete come quei mariti che si tagliano il ...... per far dispetto alla moglie

il sorpasso

Mar, 01/08/2017 - 10:29

Ma dov'è il problema? Se ci sono dei limiti vanno rispettati ed è giusto che i Comuni facciano cassa!

Massimo Bernieri

Mar, 01/08/2017 - 10:52

Tutti i comuni hanno necessità ogni anni di entrate ben maggiori della inflazione e ben vengano questi autovelox per far cassa perché sono comunque tasse facoltative:basta non superare i limiti che sono segnalati da cartelli che aumentare le addizionali comunali o locali o rimettere la tassa sulla prima casa.Lo dico da uno che non ha mai votato per le sinistre e se un domani tornasse a governare Milano la destra,rinuncerebbe a queste entrate togliendo gli autovelox?Con cosa rimpiazzerebbe i mancati introiti che sono milioni di € ?

Ritratto di giangol

giangol

Mar, 01/08/2017 - 12:02

bisogna mantenere gli zingari o no??votate pd, votate

bstucc

Mar, 01/08/2017 - 15:11

Ma cosa vi costa adeguare la velocità? Perdete autostima?

Difendiamoci

Mer, 02/08/2017 - 10:59

Considerando che noi Milanesi, dopo tutte le tasse che paghiamo e che vanno altrove, siamo anche costretti a subire tutte queste angherie come l'area c, gli autovelox e le multe per ripianare i debiti che fanno altrove, in quella capitale indegna che si chiama roma e nel sùdde italia, l'unico metodo che questi signori conoscono è "l'occhio per occhio, dente per dente". La prossima volta che dovete cambiare auto, non comprate auto costosissime, non buttate via centinaia di migliaia di euro per un'auto, che poi alla fin fine sono tasse che vanno allo stxto indegno romano e ai costruttori stranieri, auto di cui non produciamo manco una vite. Fregateli voi, tenete quei soldi per la famiglia e i figli, e per pagare le loro multe ridicole.

teo44

Mer, 02/08/2017 - 17:23

siamo onesti la truffa non sono gli autovelox qui in svizzera li mettono anche nei gabinetti.la truffa sono le righe blu quando il servizio pubblico è degno di un paese sub sahariano oppure l'area c ben sapendo che chi entra con le auto spesso non ha alternative.o vogliamo parlare dell'area c per auto gpl e metano....vabbhè italia

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 06/08/2017 - 10:31

@Difendiamoci. È più semplice, non votate pd e cricca varia. Già vi aveva bastonati pisapippa, non soddisfatti, avete votato salapippa. Ora pagare e muti. Nel mio comune abbastanza importante leghista non ci sono telelaser, la tarsu è diminuita di un po, e di risorse parassite ce ne sono zero. Ognuno scelga il suo destino.