Arrivano i clown e una risata seppellirà la città

Da oggi fino a sabato grasso, eventi e spettacoli in 20 luoghi pubblici Coinvolti anche i giocolieri di strada

Marta Calcagno BaldiniForse vi è capitato di vederli ai semafori: durante tutta la durata del rosso non si sa con quale abilità riescano a compiere un numero acrobatico con birilli, palline o nastri, e interrompersi al momento giusto per poi chiedere «a cappello» un'offerta alle prime file di auto che attendono di partire. Sono stati ribattezzati i «Clown del Faro», laddove il «faro» sarebbe appunto il semaforo. A dare loro questo simpatico appellativo è stato Maurizio Accattato, l'entusiasta artista di strada che ormai 11 anni fa ha inventato il «Milano Clown Festival» che anche per il 2016, da oggi a sabato, in 20 luoghi sparsi per tutta la città, vede susseguirsi oltre 120 appuntamenti tra spettacoli ed eventi di circo, giocoleria, teatro di strada, incontri per i più piccoli. Accattato ha chiamato i quattro migliori clown del Faro (Adrian, Daniel e Irene dalla Spagna, e poi Eric, che si esibisce sulla bici, dal Messico, tutti ventenni) e li ha invitati a partecipare al suo Festival. Il primo appuntamento previsto per oggi, mercoledì 10, dalle 11 si chiama proprio «La vita è Meravigliosa» e apre il Festival alla Casa della Carità in via Brambilla 10, traversa di via Padova: dopo Morris con i Pic rossi e i Pic bianchi, saranno proprio i Clown del Faro ad aprire il Festival con un vero e proprio spettacolo. La Parata con i Pic Bus e tutti gli artisti del Festival partirà alle 14 e percorrerà tutta via Padova. Meta finale è l'Ospedale dei Bambini Buzzi, dove dalle 16 Morris e i Pic andranno a spasso tra i reparti e alle 16.30 ancora i Clown del Faro si esibiranno nell'atrio dell'Ospedale. E non è finita: la sera grande festa di apertura dalle 21 al Circo Pic, che hanno terminato di montare proprio ieri in via Melchiorre Gioia nel Parcheggio Gioia Pirelli. Domani ci si sposta in centro per l'apertura ufficiale del Festival: il Pic Bus con Morris, i suoi clown Pic e i Clown del Faro si trovano in piazza del Duomo e danno il via al Carnevale ambrosiano. Da questo momento il fulcro dell'attenzione diventa il quartiere Isola, dove si trovano i due chapiteau, simbolo della manifestazione, quali il Circo Pic e il Circo Bussa presso il Cavalcavia Bussa. A questi si affiancano altri spazi in cui si svolge il Festival, tutti nel Quartiere Isola: tra il superospite scozzese Johnny Melville, da anni atteso a Milano, gli spagnoli Anogusano o i francesi Chaniter Mobil, per la prima volta in Italia, non mancherà il clown polacco Pina Polar e il trio Klavy da San Pietroburgo. Due band italiane, il Circo Abusivo e The Reggae Circus, rappresenteranno la musica all'interno del Festival. Italiana anche Silvia Martini, con uno spettacolo di verticalismo acrobatico e comico, oltre al trio, anch'esso comico, dal nome Circo in Valigia. A sfondo comico le performance di Jean le Magò, e stupirà il cileno Elkote, giocoliere equilibrista che costruisce il suo spettacolo sulla totale improvvisazione.