Aspettando Expo la scabbia c'è già

Il commissario Sala: «È la città più sicura». Ma tra i profughi in Centrale si diffonde l'infezione

Chiara Campo a pagina 6

Nella città che si appresta ad aprirsi al mondo con un evento planetario come l'Esposizione universale, si torna a parlare di malattie ritenute scomparse almeno da un secolo. «Expo sarò il luogo più sicuro al mondo» ha annunciato ieri il commissario unico Giuseppe Sala, assicurando difese a prova di autonomi e terroristi islamici. Ma, evidentemente, non di «acaro Sarcoptes scabiei» in grado prima di infilarsi sotto la pelle della persona colpita e poi propagare il contagio. Sono già quattro i casi scoperti tra i profughi che, sbarcati in Sicilia, hanno ripreso ad ammassarsi in Centrale. Facendo subito scoppiare le polemiche tra Comune e Regione, destra e sinistra.

L'allarme è stato lanciato ieri dall'assessore alle Politiche sociali Pierfrancesco Majorino, insieme a roventi. «Quattro profughi, sospetti casi di scabbia, in attesa di essere trasferiti dalla Centrale in via Corelli sono stati portati a Niguarda e al San Paolo per accertamenti e cure. Rinnoviamo l'appello, già lanciato l'anno scorso, alla Regione di istituire un presidio permanente nei luoghi dove arrivano spontaneamente i profughi per tutelare la salute di loro e dei milanesi».

Automobilisti - ma anche vigili - sommersi dalle multe. Letteralmente. Con l'attivazione degli ultimi autovelox circa un anno fa (sul cavalcavia del Ghisallo e in via dei Missaglia o via Parri ad esempio) e le telecamere di Area C che non hanno mai smesso di macinare contravvenzioni, gli uffici della polizia locale sono invasi da contravvenzioni e immagini da archiviare nei pc. L'assessore al Bilancio Francesca Balzani giorni fa in commissione a Palazzo Marino ha spiegato che la stima degli incassi da sanzioni entro fine anno è stimata intorno ai 265 milioni di euro, circa cinque in più del 2014. E per evitare, appunto, ricorsi e contestazioni dato che i vigili sono già al limite è stata arruolata una cooperativa per immettere i dati nel sistema informatico. Il personale di ausilio ai vigili lavorano già a stretto contatto con gli agenti, direttamente in via Friuli, e l'incarico per sei mesi (da aprile a fine settembre) viene affidato a fronte di una spesa complessiva pari a 160mila euro.

Enrico Silvestri a pagina 2

Dalla città e i suoi quartieri alle istruzioni per un piacevole soggiorno, nel nuovo progetto editoriale griffato Louis Vuitton. Nasce la city guide della prestigiosa maison francese che per la prima volta ha dedicato un'accurata edizione al capoluogo lombardo.

È stato arrestato per spaccio davanti ai compagni di classe un ragazzo di 19 anni in una scuola superiore di Quarto Oggiaro. La decisione è stata presa dal dirigente del commissariato per dare l'esempio e smontare l'immagine di impunito che il minorenne si era costruito.