ASSE MILANO-BRESCIASinistra all'attacco del colosso A2A Rizzo: «Dimissioni»

La sinistra parte subito all'attacco di A2A dopo la vittoria di Brescia. Il primo a uscire allo scoperto è il presidente del Consiglio comunale di MilanoBasilio Rizzo: con la premessa che lo fa «contro l'invasività brutale della politica» sulle scelte della società, l'esponente della sinistra radicale chiede che chi ha «occupato le poltrone» in passato, si comportasse oggi in modo coerente rassegnando le dimissioni». La multiutility dell'energia in «condominio» fra Milano e Brescia è un pezzo importante della partita elettorale che si è chiusa lunedì con la riconquista della città da parte della sinistra, dopo il ballottaggio delle elezioni comunali. «Alcuni anni fa, nel 2009 - dice Rizzo - partecipai nella mia qualità di socio all'Assemblea A2A durante la quale la rappresentanza del Comune diBrescia uscita dalle elezioni chiese, impose ed ottenne la sostituzione di alcuni amministratori di A2A tra cui il presidente Capra».