Assegnata la social card a 550 famiglie Ma il 60% dei fondi è ancora disponibileGli aiuti economici ai più bisognosi

Sono 550 le famiglie beneficiarie della social card, il contributo integrativo del reddito finanziato dalla Stato, fino ad ora identificate dal Comune. Dal primo luglio l'amministrazione ha infatti iniziato ad individuare le famiglie con almeno un minore a carico e in stato di estrema povertà da segnalare all'Inps, ente erogatore del contributo, per l'assegnazione della carta. Oltre ai soldi le famiglie segnalate dal Comune saranno inserite in un percorso di reinserimento lavorativo e sociale. Per la social card lo Stato ha assegnato a Milano 5,5 milioni di euro con cui l'amministrazione stima di poter aiutare 1.500 nuclei familiari in stato di indigenza. Il provvedimento avrà una durata di 12 mesi. «Abbiamo già individuato un terzo dei nuclei che potremo aiutare con il contributo dello Stato - ha detto l'assessore al Welfare Pierfrancesco Majorino -. Per accedere è necessario essere assistiti dai nostri servizi. Invitiamo chi ha bisogno a rivolgersi agli sportelli di largo Treves . I requisiti sono reddito Isee non superiore ai 3 mila euro e almeno un minore a carico ».