Atm, arrivano i bus elettrici entro fine anno 25 in servizio

I primi due saranno in strada dal 27 sulla linea 84. Tra due anni il 40 per cento della flotta sarà ecologica

Arriveranno il 27 marzo i primi due bus elettrici della flotta Atm. Viaggeranno sulla linea 84, che collega largo Augusto alla fermata San Donato (M3). Il fatto che si parta da qui non è un caso: sulla linea 84 corrono i mezzi più vecchi e più inquinanti e, a San Donato si trova il deposito dei mezzi dove sono state montate le colonnine per la ricarica elettrica.

Attualmente la flotta su ruota di Atm è composta per il 97 per cento da mezzi diesel, dal 2020 il diesel scenderà al 60 per cento, il 25 sarà ibrido e il 15 per cento elettrico. Nel 2028 la flotta su gomma sarà completamente sostenibile (80 per cento full electric e 20 per cento ibrido) per arrivare al 2030 con la flotta full electric.

In totale, il piano dell'azienda, prevede l'arrivo di 25 autobus elettrici da 12 metri entro fine anno. Gli autobus sono stati acquistati tramite gara a evidenza pubblica a novembre 2016, vinta dalla Solaris bus&coach SA, azienda polacca. E' la seconda flotta di autobus pubblici elettrici in Italia, dopo l'acquisizione di 23 mezzi della cinese Byd da parte della Regione Piemonte. La Byd è già presente a Milano con due bus elettrici, ma a sorpresa non ha partecipato a questa seconda e ben più importante gara. in questo caso Solaris ha battuto l'unico concorrente, la spagnola Irizar. Sempre Solaris a Bergamo ha fornito dodici autobus elettrici, mentre altri quattro (di cui due autoarticolati) sono in arrivo a Bolzano.

I Solaris Urbino sono autobus a pianale ribassato, dotati di impianto di climatizzazione, videosorveglianza, postazione per trasporto disabili e autonomia di circa 180 km. Si aggiungono ai 22 bus ibridi, dei 120 previsti, che sono stati messi in strada lo scorso dicembre. Mezzi che, grazie alla tecnologia «Arrive and go» e alle fasi di arresto e ripartenza full electric risparmiano almeno il 15% sui consumi. Da acquistare, secondo i piani dell'azienda, altri 150 mezzi, entro il 2020.

L'ambizioso l'obiettivo della municipalizzata è di acquistare solo autobus elettrici dal 2020, per arrivare a convertire tutta la flotta entro il 2030. Funzionale al raggiungimento dell'obiettivo la conversione de i depositi per poter ricaricare gli autobus, mentre verranno costruiti tre nuovi hub full electric. Atm ha avviato in collaborazione con il Politecnico uno studio per un concept ecosostenibile.

A definire il piano, il cda dell'azienda lo scorso dicembre che ha adottato le linee guida per gli investimenti a lungo termine per un totale di 2 miliardi di euro. Oltre il 70 per cento delle quali saranno dedicati agli investimenti sostenibili.

A fine 2020 la flotta quindi sarà composta da 200 bus elettrici e 270 bus ibridi per una riduzione corrispondente di 6 milioni di liiir all'anno di gasolio e una riduzione della produzione di Cco2 di quasi 75mila tonnellate l'anno.

Commenti
Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 02/03/2018 - 08:54

...e dove sarà prodotta; e come, l'energia elettrica per movimentare i bus?