Attività sportive per gli adolescenti Dalla Regione «dote» da 1,6 milioni

L'assessore Rossi: «Un centro sportivo nell'ex area dell'Expo»

I giovani e gli adolescenti abbandonano lo sport? Spesso tra i tanti motivi c'è anche la carenza di strutture e di fondi da investire per iniziative che li coinvolgano. É in questa direzione va un provvedimento della Regione che stanzia una «dote» da 1,6 milioni per favorire la partecipazione ad attività sportive di giovani e minori.

Un intervento destinato al partenariato fra associazioni e federazioni con enti pubblici o organizzazioni no profit. "L'impegno della Regione per lo sport - ha spiegato nei giorni scorsi l'assessore Antonio Rossi - vede lo stanziamento di 650mila euro per l'educazione motoria nelle scuole, un n progetto che si rivolge ad alunni delle scuole primarie, con particolare attenzione agli alunni con disabilità e difficolta' e che prevede la presenza di un esperto di educazione fisica da affiancare agli insegnanti. Il successo ottenuto da questa misura ci spinge a chiedere al Coni Nazionale di destinare le risorse per la Lombardia del suo progetto, che vede gli esperti a fianco dei dirigenti scolastici e non dei docenti, a questa iniziativa dell'Assessorato. E poi servono le strutture: «Ci aspettiamo che il Comune di Milano dia un input per sistemare il Palalido, cantiere ormai infinito- si augura Rossi-. Sarebbe auspicabile anche realizzare nell'ex area Expo impianti e strutture sportive di cui Milano e la Lombardia necessitano».