Avversari divisi, la Reale "eredita" la città

Basiglio sceglie la continuità. Lidia Reale, milanese classe 1960, raccoglie l'eredità della passata giunta che sembra aver mantenuto un buon livello di consenso tra la popolazione: dopo i primi conteggi è avanti in tutte e sei le sezioni.

Il programma di Reale imperniato sulla continuità della lotta ai costruttori che vorrebbero portare Basiglio verso una nuova fase, e a cui era già stata strappata una riduzione del 42 per cento delle volumentrie, ha convinto i cittadini della città giardino alle porte di Milano. Resta il dato del crollo degli elettori ancora da interpretare: dal 60 al 53 per cento. Simone Patera, imprenditore di 27 anni, non è riuscito a riportare il centrodestra alla guida della città nonostante lo sostenessero Forza Italia, Lega e Movimento animalista oltre a una lista civica.

Ha pesato molto anche l'agguerrita concorrenza dell'ex primo cittadino Flavio Cirillo che si è presentato in aperta opposizione a Patera, tra i due si è persino arrivati a un passo dallo scontro fisico. Pescando dallo stesso elettorato, hanno favorito la cavalcata del centrosinistra di Reale verso un secondo mandato alla guida della città giardino.