Avvistamenti Ufo e risse tra cani feroci: 365 giorni di pazzie

È proprio il caso di dirlo: su Milano si sprecano leggende metropolitane belle e buone. Perché la nostra città è spesso definita monotona, tutta da rifare, dove la gente è trascinata qua e là dagli orari frenetici del lavoro e non ha tempo di dedicarsi ad altro. Tutto falso dato che qui succede davvero tutto e il contrario di tutto. Fatti incredibili, per la serie se non vedo non credo. O meglio, fino a quando non lo scrivono su un giornale non posso convincermi che certe cose accadano. E allora ve lo scriviamo.
In primis, miracoli a tutti gli effetti ci raggiungono fra le quattro mura domestiche. Sarà Sant’Ambrogio che dall’alto ci protegge, sarà che la fortuna ci vede benissimo e decide di posarsi ai piedi della Madonnina, ma ogni tanto accadono. E non mancano adorabili cucciolotti che scatenano follie collettive fra gli umani. O mammiferi le cui abitudini alimentari suscitano idee strampalate dal clamoroso successo.
C’è poi da dire che i bipedi abitanti del suolo meneghino non vegetano affatto passivi nelle loro ordinate casette. Truffe e furti su cui si piange ma soprattutto non ci si trattiene dal ridere. Perché esiste davvero chi si finge podista per rubare indisturbato la celeberrima fiaccola o chi non si fa scrupoli a sottrarre al personale medico perfino l’ambulanza solo per l'ebbrezza di farsi un giretto. Per non parlare di cosa non arrivano a fare i nostri concittadini per amore... L’età non è d’ostacolo per impugnare una spranga se serve a far fuori la rivale, così come lo speronamento non è solo una tattica da film polizieschi se ci si vuole riprendere la moglie. Incredibile ma vero.