Babbo Natale ai giardini aspetta le letterine. In Darsena doni a tutti

Al Castello gli «Oh bej oh bej» fanno il pieno Si pattina sul ghiaccio sui Navigli e all'Isola

Babbo Natale in persona ha scelto Milano per ricevere i bambini dal vivo e iniziare a raccogliere le prime letterine con le richieste dei doni da consegnare il prossimo 25 dicembre: l'appuntamento è ai Giardini Indro Montanelli di porta Venezia e aspetta i visitatori proprio in casa sua, che ha portato con sé direttamente dalla Lapponia. Bisogna solo ritirare la carta adatta per la lettera nei Giardini o stamparla dal sito (www.villaggiodellemeraviglie.com). Per l'occasione, ha anche creato il Villaggio delle Meraviglie, dove fino al 6 gennaio tra spettacoli, bancarelle, giostre, slitte volanti e piste da pattinaggio, ci si trova in un vero luogo di festa già nel periodo pre-natalizio.

Tutta la città, a dire il vero, è uno scintillio di luci e di colori in attesa del giorno di Natale. E se le chiese preferiscono per la maggioranza far passare Santa Lucia - 13 dicembre - per allestire ed esporre i loro presepi, questi possono essere i giorni da dedicare alle letterine, o meglio ai desideri, per un regalo a figli, amici e parenti. La Fiera degli «Oh Bej! Oh Bej!», fino a domenica tra piazza Castello, piazza del Cannone, via Gadio e via Minghetti, è la più importante, con il suo longevo passato, più di otto secoli di vita (si fa risalire alla fine del XIII secolo la nascita di questa fiera). Fino a domenica 380 espositori scendono tra le vie dalle 8.30 alle 21 per offrire prodotti di tutti i tipi, a partire dalle caldarroste, zucchero filato e tutto ciò che profuma di festa: rigattieri, fioristi, libri, giocattoli e artigiani.

In questi stessi giorni al Cavalcavia Bussa (ore 20-22), ovvero in zona Isola, si svolge «Alterbej», il mercatino del «diversamente bello»: bancarelle fuori dal comune di artisti, artigiani, agricoltori, esperti nel riciclo, oltre a spettacoli di giocolieri e artisti di strada. Si trova anche qualche bancarella intorno alla nuova pista di pattinaggio «02ice», il più grande patinoire coperto in città. Tra corsi per imparare a scivolare sul ghiaccio e campioni che si allenano con dimostrazioni dei loro spettacoli aperte a tutti, in questa pista si fanno anche innovativi progetti per l'immediato futuro: «Nelle prossime settimane metteremo un megaschermo con proiezioni cinematografiche. Chi vorrà vedere il film seduto potrà, per gli altri la pista sarà aperta» (giorni festivi: ore 10-21, feriali ore 16-21. Per orari e programma di spettacoli: www.02ice.it).

Infine pista di pattinaggio allestita anche al Santa Lucia Darsena Christmas Village, il mercatino realizzato sulla nuova Darsena di Milano. Dal 13 dicembre, giorno di Santa Lucia, si potrà fare anche beneficenza partecipando al progetto «#Regalami», una parete lunga 30 metri e alta 3 realizzata con pacchi regalo a sorpresa. Ogni bambino, accompagnato dai personaggi dei cartoon - da Masha e Orso al Grande Puffo, Shrek, Peppa Pig, e altri - potrà ritirare in regalo una Barbie o un Trenino Thomas, donando in cambio un proprio giocattolo insieme a un'offerta minima di 3 euro.

Se il bambino non ha un giocattolo da donare potrà ricevere comunque un dono dando un contributo minimo di 5 euro. Il ricavato dell'intera operazione e i regali raccolti saranno devoluti a OBMOnlus dell'Ospedale dei Bambini Buzzi di Milano. Anche al Santa Lucia Darsena Village c'è una casa di Babbo Natale. Quale sarà quella vera?