Balducci in giunta: ecco l'urbanista della «Leopoldina»

«State sereni». Giuliano Pisapia copia Matteo Renzi. Era attesa già ieri la nomina di Alessandro Balducci come nuovo assessore all'Urbanistica dopo le dimissioni di Ada Lucia De Cesaris, invece il sindaco ha rinviato a domani o al più tardi giovedì, pur lasciando intendere che non ci saranno sorprese. «Ci sono passaggi formali, oggi no, domani (oggi, ndr.) sarà a Roma dal Papa» per il workshop sui cambiamenti climatici, «lo dirò al Consiglio». La prossima seduta è fissata giovedì. Questione di ore. E nonostante l'irritazione per aver letto già sui giornali le dichiarazioni del protettore del Politecnico («è il mio campo da sempre, speriamo di fare qualcosa di buono» ha anticipato a Repubblica ). Pisapia non sopporta i passi avanti dei suoi ed è ligio alle formalità: condivisione con giunta, segretari, poi annuncio alla stampa. Qualcuno ha letto il rinvio come una lezione rapida a chi entra in corsa a 10 mesi dalla fine. Un urbanista di area renziana, Balducci è salito anche sul palco della «Leopoldina» del Pd un mese fa e ha collaborato spesso con l'architetto Stefano Boeri, l'ex assessore alla Cultura «licenziato» da Pisapia che ora si scalda per le primarie. Balducci dovrà prendere subito in mano dossier caldi, dallo stadio del Milan al Portello agl scali ferroviari al dopo-Expo.