Bambino di un anno sfugge alla mamma e cade dal terzo piano

I medici stanno aspettando le 24 ore di rito per pronunciarsi definitivamente. Tuttavia sono senz'altro estremamente gravi le condizioni di Bryan D., un bimbo di origini albanesi di 14 mesi e mezzo. Che in queste ore combatte per la vita in prognosi riservata nel reparto di neurorianimazione dell'ospedale Niguarda. Poco dopo mezzogiorno di ieri, infatti, il piccolo, è precipitato dal terzo piano di uno stabile di via Labriola a San Donato Milanese. E ora è in coma a causa di un violento trauma cranico facciale.
La dinamica dell'incidente, sulla quale e i carabinieri della compagnia di San Donato Milanese, sembra su input della Procura di Lodi, non hanno voluto sbilanciarsi, all'inizio ieri pomeriggio era un po' confusa. Sui siti web, infatti, si spiegava che Migena, la madre del bimbo, una casalinga 19enne incinta di cinque mesi, stava stendendo i panni sul balcone ed era sola in casa con il figlioletta. Quando il piccolo, che aveva lasciato sul lettone della stanza che divide con il marito Edison, aveva raggiunto la finestra della stanza, e per protendersi verso di lei, cioè verso il davanzale dove c'era la madre, era caduto nel vuoto.
Secondo una ricostruzione successiva dell'incidente domestico, invece, sembra che la giovanissima madre fosse momentaneamente in bagno e avesse lasciato il bimbo sul letto. Bryan avrebbe gattonato fino alla finestra e sia caduto di sotto. Purtroppo, anche se nel volo il piccolo è rimbalzato sui fili stesi per la biancheria al primo piano che hanno leggermente rallentato la caduta, Bryan è gravissimo. I soccorritori del 118 hanno fatto di tutto per controllare e «tamponare» la situazione sull'elisoccorso visto l'importante trauma cranico facciale del piccolo e diversi danni ai polmoni. La giovanissima madre, colta da un malore, è stata a sua volta ricoverata in ospedale.
Non tutte le storie sono uguali. Nell'ottobre scorso, nonostante un volo di quattro metri, a Limbiate un bambino di due anni si era salvato la vita proprio grazie ai fili per la biancheria dell'inquilino al piano di sotto. Il piccolo Hadin, all'epoca aveva esattamente di 28 mesi ed era seduto su un mobile in cucina accanto alla madre, una 27enne del Bangladesh. Le teneva compagnia mentre preparava la cena, ma quando la donna è andata a rispondere al citofono per aprire al marito, il bimbo si è sporto dalla finestra accanto ed è precipitato nel vuoto.