Bancarelle di Sinigaglia a Pagano Ricorsi incrociati dei negozianti

«La fiera di Sinigaglia non esisterà più. A condannare lo storico mercato all'aperto è stata la decisione della giunta Pisapia di spostare una trentina bancarelle in via a Mario Pagano. Tutte le altre, invece, finiranno in Ripa di Porta Ticinese. Una soluzione che scontenta tutti». Questa la denuncia dell'ex vicesindaco Riccardo De Corato e del consigliere comunale di Fratelli d'Italia-An Marco Osnato che contestano la decisione del Comune di spostare la fiera di Senigaglia in via Mario Pagano e in Ripa di Porta Ticinese. Annunciando che i negozianti di corso Vercelli e via Belfiore sono pronti a fare ricorso al Tar e lo stesso faranno gli ambulanti di Sinigaglia. «Anche noi - annunciano De Corato e Osnato - siamo pronti a scendere in piazza e manifestare. I residenti della zona di Pagano, infatti, non vogliono un mercato sotto casa ogni domenica. E i commercianti si lamentano perché furgoni e bancarelle renderanno più difficile l'accesso ai loro negozi e ridurranno i posti auto».