A Bareggio la Colombo in vantaggio

Torna alle urne anche Gorgonzola: il dem Stucchi insegue Olivieri

Cinisello Balsamo è il «big match» del Milanese, perchè portare a casa la vittoria in un Comune governato per settantadue anni consecutivi dalla sinistra avrebbe una portata storica per Lega-Forza Italia-Fratelli d'Italia, ma ci sono altri due città dell'hinterland che tornano alle urne per il ballottaggio. Occhi puntati dunque anche a Bareggio, dove il grande sconfitto al primo turno è stato proprio il sindaco uscente del Pd, Giancarlo Lonati, che è riuscito ad incassare il 21,47% delle preferenze ed è rimasto fuori per ventisette voti. A giocarsela domani saranno due candidati comunque di area centrodestra. É sostenuta dai partiti la leghista Linda Colombo (nella foto), che ha chiuso ieri la campagna elettorale con una festa in via 4 Novembre. Trent'anni, architetto, la Colombo con il 26,19% delle schede è stata la più votata il 10 giugno, se la vedrà con Ermes Garavaglia che ha preso 290 voti in meno (il 21,87%) ed è sostenuto dalle liste civiche Bareggio nel Cuore e Gente di Bareggio (in cui sono confluiti esponenti Fdi). Era in corsa anche Monica Gibillini, già sindaco dal 2008 al 2012, che non ha firmato apparentamenti.

Tornano a votare anche i cittadini di Gorgonzola, anche qui il primo turno si è chiuso con il candidato del centrodestra Giuseppe Olivieri - classe 1966, dentista, tre figli - in vantaggio di nove punti su Angelo Stucchi, esponente del Partito Democratico sostenuto anche da Leu e dalle liste civiche «Gorgonzola Bene Comune» e «Gorgonzola Città Amica». Stucchi, che oltre a Lega, Fi e Fdi è appoggiato anche dalla civica Uniti per fare, ha incassato il 38% dei voti contro il 29,4 dell'avversario. Stucchi durante la campagna per il ballottaggio ha firmato l'apparentamento con Ilaria Scaccabarozzi, l'avvocato che ha corso al primo turno con la lista Insieme per Gorgonzola. In caso di vittoria del centrosinistra avrà il ruolo di vicesindaco.

ChiCa