Basiglio, la ricetta del sindaco Cirillo «Più servizi per tutti grazie ai privati»

Realizzare un piscina naturale, la Città dello sport, una scuola media superiore, un edificio per la protezione civile. Con risorse statali o comunali se ne riparlerebbe tra cent'anni. La spending review nazionale non consente ai sindaci di volare ad alta quota. Ma Marco Flavio Cirillo, primo cittadino di Basiglio, ha un lungo elenco di progetti, e li ha anticipati ieri sera al convegno «Paesaggio ed energia» organizzato nel municipio alle porte di Milano per fare il punto su come, attraverso un approccio più moderno, la pianificazione urbana possa contribuire al rilancio e allo sviluppo di un territorio. E Cirillo ha lanciato una partnership ai privati: il Comune mette a disposizione aree oggi abbandonate o inutilizzate per costruire («in una percentuale moderata») uffici e residenze, ma l'amministrazione - e i cittadini di conseguenza - «incassano» servizi. Gli ambientalisti devono gridare alla colata di cemento in arrivo? «Niente affatto - assicura - si tratta di aree dismesse, nel nostro Piano di governo del territorio il consumo di suolo è pari a zero». Ma «vogliamo massimizzare il risultato a favore del pubblico» ribadisce. E il sindaco ha quantificato il risultato atteso: «Il Pgt porterà a Basiglio 40 milioni di euro di entrate in dieci anni sotto forma di investimenti e oneri di urbanizzazione, grazie ai quali il Comune potrà continuare a garantire i tanti servizi di alta qualità sviluppati negli ultimi anni e portare a termine quel processo di trasformazione in modello di sostenibilità ambientale ed economica che è stato avviato da tempo da questa amministrazione».Basiglio premiata negli anni a livello nazionale ed europeo come modello di green city. Per la mensa scolastica che è completamente sostenibile e sforna mille pasti al giorno a chilometro zero, ad esempio, o per le prime residenze comunali a impatto zero. «Siamo diventati un laboratorio di sostenibilità ambientale ed economica» ribadisce Cirillo. Esempi e progetti illustrati nel corso del convegno. Docenti universitari, esperti di urbanistica e il presidente dell'associazione Amici della terra Lombardia Stefano Apuzzo, hanno fatto il punto sui benefici per il territorio garantiti dal nuovo Pgt recentemente adottato dal Comune milanese.