Tra battelli e jazz un Ferragosto da 60mila euro in Darsena

Darsena caput mundi (o almeno a Milano). Dal 26 aprile quando è stata restituita alla città dopo il restyling, tutto si concentra intorno al nuovo porto turistico, meta di movida la sera e apprezzata dai meno giovani e dalle famiglie durante il giorno. La giunta a fine mandato ha pochi risultati da presentare ai residenti - specialmente nelle periferie - e concentrando attenzione, eventi e fondi su quest'area ristretta della città. Tant'è, anche per il ferragosto ha organizzato una manifestazione che prenderà il via il 15 dalle ore 21 alla mezzanotte e proseguirà domenica 16 dalle ore 10 alle 17. Costo dell'iniziativa: 60mila euro. Si spera rimangano gli spiccioli per gli anziani che vivono lontano dal centro. La gestione della due giorni è stata affidata alla Navigli Lombardi srl. Il programma: si inizia la sera di ferragosto con concerto jazz di Gaetano Liguori e di musica classica a cura dell'orchestra sinfonica Giuseppe Verdi. Ci sarà uno spettacolo di artisti di strada lungo il Naviglio in attesa dello show notturno finale di luci, fuoco e acqua. Domenica 16 invece a 200 anziani verrà offerta una gita in battello gratuita dalla Darsena fino alla Canottieri Olona, con distribuzione di cestini pic-nic omaggio e giornata di animazione all'interno della struttura. La Canottieri per la giornata sarà aperta a tutti e proporrà un pranzo a prezzo calmierato. I negozi e locali dell'area Darsena, piazza XXIV Maggio e Naviglio Grande e Pavese rimarranno aperti tutto il giorno. Una cifra importante dunque, solo per la nuova Darsena. La giornata di ferragosto spiega il Comune «può essere un'occasione per far conoscere e vivere la zona a turisti e cittadini di ogni età», non solo come meta della movida serale con un target giovane.