BENEFICENZA

Il Bacio di Hayez diventa anche un contest ed un'asta benefica. Ad una ventina di studenti dell' Accademia di Brera è stato chiesto di reinterpretare la tela di Hayez, nell'ambito del progetto «Milano, città al bacio», organizzato da Temantica, Brera con il sostegno di BCC - Banca di credito cooperativo di Barlassina. C'è Pietro Ferri che ha scomposto l'immagine mettendo al centro la fanciulla “baciata” come una statuina di carillon. C'è Chenyuwen Han che ha ricollocato i due giovani sullo sfondo di un tramonto infuocato, mentre Lia Kurashova colloca il suo bacio fra murales modernissimi, in fondo ad una scala che potrebbe essere quella di un metrò come nel “bacio” di Gianfranco Mereghetti. Tutte le opere sono in tour (www.milanocittaalbacio.it), a Barlassina dal 5 al 10 ottobre e fino al 29 ottobre quando un'asta a palazzo Bovara batterà all'incanto tutti gli «smack». Il ricavato andra alla comunità di Don Colmegna.