Beppe sta con Gentiloni: "Sono convinto serva una legge elettorale"

«Sono convinto che sia necessaria una buona legge elettorale e altrettanto che, se bisognerà addivenire a degli accordi fra le forze politiche, questi andranno fatti non solo su principi generali ma sulle questioni pratiche». Così il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, che già si era espresso a proposito in una lettera al Corsera, ha commentato l'intervista in cui il presidente del Senato, Pietro Grasso si è detto favorevole all'ipotesi che il governo Gentiloni (nella foto) prosegua fino a scadenza della legislatura. «Faccio un esempio - ha continuato Sala- ogni giorno un'azienda italiana passa in mano agli stranieri. Mi piacerebbe capire come la pensano le varie forze politiche. Io penso che il tema sia confrontarsi sulle cose importanti per il nostro Paese, altrimenti trovo sterile il dibattito su possibili alleanze. La gente non capirebbe e non sarebbe giusto». Ha avuto modo di sentire Renzi dopo la sua lettera? «No. Spero che nel suo ruolo di segretario del Pd venga a Milano presto, perché il modello di alleanza del centrosinistra a Milano funziona».